News

   Cerca news

Imperia: Provincia a rischio commissariamento per la gestione dei rifiuti

Abbandono di rifiuti, responsabile il curatore fallimentare

Liquami agricoli, rifiuti o acque di scarico?

Presentazione del "Riciclo Ecoefficiente"

Servizi ambientali - tabelle del costo del lavoro

Campania: arriva nuovo decreto rifiuti - Domani governo riunito a Napoli

Sequestrato il Centro Raccolta Vetro di Trani

Raee: oltre al primo passo

ISTAT: in 10 anni boom spesa per acqua e rifiuti (+73%). e' 2,2% PIL

Regione Marche: Proposta di legge in materia di ''Gestione...

ISRI acquisisce IAER

Erice, 4 milioni nella spazzatura

Conferenza Annuale FEAD: Le sfide future per le imprese che si occupano di...

Guida al REACH per riciclatori

Rottami ferrosi, la vendita non ne esclude la natura di rifiuti

Pile a fine vita, il Dlgs di recepimento della direttiva 2006/66/Ce

YouthXchange: dall'ONU un kit informativo dedicato ai ragazzi sul...

Nuove regole comunitarie per il trasporto di merce pericolosa

Concorso per tesi di laurea sui rifiuti

Analisi del ciclo di vita LCA. Gli strumenti per la progettazione sostenibile...

next  last 


 Inserisci le news pi¨ recenti nel tuo sito



 Inserisci le news pi¨ recenti nel tuo sito |  Iscriviti alla newsletter

   Cerca news  Vai alla Home Page  Registrati su Borsarifiuti.com

UE: in vigore direttiva raccolta e riciclaggio pile


29 September 2008

Oggi entra in vigore la direttiva europea che impone la raccolta e il riciclaggio delle pile usate, ma molti Stati membri, tra cui l'Italia, non l'hanno ancora recepita. Adottata dal Parlamento europeo e dal Consiglio nel 2006, la direttiva, che abroga l'attuale norma del 1991, doveva essere recepita dagli Stati membri nei rispettivi ordinamenti nazionali entro oggi. Finora pero' solo sette paesi - Estonia, Spagna, Austria, Slovenia, Olanda, Malta, Lettonia - lo hanno fatto e altri tre - Polonia, Finlandia e Lituania - hanno annunciato che lo faranno a breve. ''La modifica della direttiva sulle pile - afferma in un comunicato il commissario Ue all'Ambiente Stavros Dimas - rappresenta un altro importante passo verso un'Europa che ricicla. La normativa contribuisce a tutelare la salute dei cittadini europei e a rendere piu' sostenibili il consumo e la produzione all'interno dell'Ue''. ''Gli Stati membri che non hanno ancora recepito la direttiva - sottolinea il commissario - devono farlo senza ulteriori ritardi''. Le pile contengono un insieme di metalli nocivi per la salute umana e l'ambiente, fra i quali, in certi casi, metalli pesanti pericolosi come il piombo, il cadmio e il mercurio. La raccolta e il riciclaggio delle pile usate impedisce a queste sostanze di diffondersi nell'ambiente e permette di risparmiare energia e risorse naturali. Secondo i dati del 2002, ben 75.155 tonnellate di batterie vengono buttate ogni anno: la nuova direttiva si prefigge di recuperarne il 25% entro il 2002 ed il 45% entro il 2016.

Leggi anche

Reteambiente: Pile e accumulatori, nuove regole all'esame del Governo
Anie (Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche) - Comunicato stampa

Url : http://www.ansa.it/ambiente/notizie/notiziari/unione/20080926143634736996.html
Fonte: ANSA

Add to Google

Attenzione: Per ricevere le nostre news sui rifiuti direttamente nella tua email clicca qui








Home Chi siamo Contatti Regolamento Documenti e utilità Aiuto | Faq Link Archivio Listings Alert Crediti